é facile smettere se sai come farlo

C’è chi paragona la fine di una relazione ad un lutto, chi la paragona all’astinenza da droga, perchè si sa che un amore da dipendenza e il suo epilogo crea vere e proprie crisi su tutti i fronti. Il metodo che ho adottato io per disintossicarmi si basa su poche semplici regole:
1 – Non chiamarlo
e non messaggiarlo, piuttosto legati le mani, chiama gli amici, fai il giro dei parenti, fai il giro del palazzo, fai il giro di Peppe ma non azzardarti a chiamarlo, PER NESSUN MOTIVO AL MONDO, nemmeno se ti muore il gatto. Ah, e bevi alcool il meno possibile se puoi..è noto a tutti che gli sbagli peggiori son stati commessi da dita avvinazzate. Abbiamo una dignità.
2 – Cancella
il suo numero e bloccalo su tutti i social: fa un pò donna ferita, ma in fondo è vero! Fregatene, fa quello che serve a te..tanto lo sai poi come va a finire: ogni 3 per due finisci a controllare la sua bacheca e i suoi accessi whatsapp e messenger. No tesoro, c’hai una vita tua. Facebook, Instagram, Skype, Telegram e (non esagero) Spotify (perchè constatare che lui ascolta canzoni meravigliose e magari le canta mentre tu piangi col mocciolo da due settimane ha il potere di rovinare la tua giornata). La sua vita non ti riguarda più. Se cosi fosse non ci sarebbe bisogno di tutta ‘sta menata.
3 – Evita
quindi anche lo stalkeraggio indiretto, se riesci. Questo però  te lo passo di tanto in tanto perchè la curiosità è donna e bisogna dare pure una consistenza a tutti i film che ti sei fatta.  Io una volta ho preso coraggio e ho chiesto a mia mamma di entrare nel suo profilo, non solo nel suo in realtà e di certo non me ne vergogno, anche se in effetti un pò forse mi vergogno, ma oh che devo fare, sono umana.
4 – Non guardare
le vostre fotografie, non ascoltare la vostra canzone, piuttosto creati un nuovo repertorio musicale e scatta nuove foto appena puoi, per avere nuovi ricordi. Si, anche se sono tutti selfie col braccio in scomparsa laterale.
5 – Fatti gnocca…
metti il rossetto, fai ginnastica, depilati, riempiti di crema e cerca di fare cose divertenti, vedi gli amici. 
6 – Non fuggire dai momenti tristi, che tanto ti inseguono! Se serve piangi, incazzati, fai la pazza come se non ci fosse un domani e fermati a riflettere su cosa non ti piaceva dell’altro e su come ti sei sentita.
E Se la sera ti senti sola, beh…io nel lettone al posto suo ho messo una vecchia bambola all’inizio. Sinceramente sta cosa rigida che mi fissava dopo una settimana ha cominciato ad inquietarmi, quindi mi sono rassegnata e attaccata alle serie tv e ora chromecast è il mio migliore amico anche se ogni tanto mi capita di augurare la buona notte all’altro cuscino.
7 – Non fare
il puttanone in giro, ti prego, almeno all’inizio. Lo so che la voglia di rivalsa è tanta, che ti senti un cesso e che #sicuramentequellacheluivedeadessoèmillevoltemegliodite, ma a parte il fatto che #sicuramentetiallaccialescarpeintuttoepertutto e che tu #nonstavicertoconraulbova, ti assicuro che dopo ti sentirai proprio come un puttanone. 
Donna, disintossicarsi è dura, ma se sai come farlo, puoi riuscirci anche tu.

Cosa aspetti, condividi!

Altre illustrazioni

Grafica

illustrazione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi